Le 4 colonne del foglio di lavoro (rendiconto finanziario)

by Appunti di economia on

Prima colonna del foglio di lavoro:

Denominazione dei conti (contiene le poste di bilancio a partire dal fondo di riferimento che varia a seconda del rendiconto finanziario che si vuole costruire. Dopo avremo: attività esterne al fondo dalla più liquida alla meno liquida, passività esterne al fondo dalla più esigibile alla meno esigibile, e netto. Poi abbiamo il risultato di periodo cioè utile o perdita di esercizio t2 che sarebbe l’ultima voce dello stato patrimoniale e prima del conto economico.

Seconda colonna del foglio di lavoro:

Seconda coppia di colonne: variazioni grezze divise in dare e avere (contiene i valori grezzi già individuati per le voci di conto economico essendo già flussi. Da individuare per i valori patrimoniali facendo la differenza tra i valori in t2 e t1, ricordando dove la posta elementare viene collocata.

Terza colonna del foglio di lavoro:

La terza coppia di colonne sarebbe l’insieme delle rettifiche di dare e avere (da apportare alle variazioni grezze con logica contabile invertita o scrittura di raddoppio se è un saldo compensato -> individuando isolando e scartando ciò che non è realmente finanziario ed è presente nelle variazioni grezze, danno i valori contenuti nella successiva coppia di colonne).

Quarta colonna del foglio di lavoro:

Quarta coppia di colonne: impieghi e fonti (contengono gli impieghi e le fonti finanziarie o monetarie reali, effettive, elementari e netti che andranno a comporre il prospetto di rendiconto finanziario. I loro valori sono ottenuti con logica di sommatoria riga per riga dalle variazioni grezze e dalle rettifiche.

Written by: Appunti di economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *