Cos’è il foglio di lavoro (definizione e appunti di economia)

by Appunti di economia on

Abbiamo tre metodi per la costruzione dei rendiconti finanziari.

  1. Metodi in forma libera
  2. Metodi matematici
  3. Metodi contabili (si utilizzano scritture in partita doppia)

Si usano due strumenti:

  1. Foglio di lavoro (possibilità di creare rettifiche partendo dalle scritture iniziali per trasformare variazioni contabili in flussi finanziari e monetari)
  2. Conti a T

Per la costruzione dei rendiconti finanziari con metodo contabile che utilizza il foglio di lavoro, abbiamo bisogno di:

  1. due stati patrimoniali consecutivi
  2. un conto economico intermedio

Non possiamo inserire compensi di partita, cioè:

  • Fondo ammortamento
  • Fondo svalutazione ed eventualmente fondo oscillazione
  • Risultato di periodo

perchè vogliamo tutti i flussi elementari.

Dobbiamo utilizzare lo stato patrimoniale riclassificato e il conto economico a costi, ricavi e rimanenze.

Vogliamo tutti i flussi finanziari senza riferimento alla loro temporalità, cioè senza la distinzione dei fondi di parte a breve e in parte a lungo (non splitting ad eccezione del capitale circolante netto). Il foglio di lavoro si compone in nove colonne, dalla prima colonna in poi si va per coppie di colonne.

Vai all’elenco delle colonne del foglio di lavoro >>

 

Written by: Appunti di economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *